Telefono Icona telefono

La Riabilitazione in Piscina

Sarà capitato anche a te di sentir parlare di riabilitazione in piscina, forse da un amico o da un parente che sono stati curati con questa particolare metodologia.

Quello che forse non sai, tuttavia, è l’enorme quantità di situazioni problematiche che possono essere curate seguendo questo approccio.

In questo articolo ti racconterò quali sono i benefici della riabilitazione in acqua e a chi si rivolge, mostrandoti anche degli esempi concreti di come si può lavorare in ambiente acquatico per recuperare da un infortunio.

I benefici della Riabilitazione in Piscina sono notevoli: scopri alcune possibilità terapeutiche.

I benefici della riabilitazione in piscina

La riabilitazione in acqua, detta anche idrokinesiterapia, consiste in un insieme di tecniche riabilitative che si eseguono in ambiente acquatico.

Nel nostro Centro di Fisioterapia a Villa Guardia eseguiamo le sedute in acqua in una piscina riabilitativa dedicata, con acqua profonda circa 120 cm e riscaldata a 33°C.

Ma quali sono i reali benefici della fisioterapia in acqua? I principali sono tre:

  • Riduzione del peso corporeo
  • Possibilità di modulare il carico di lavoro
  • Notevole riduzione del dolore

Riduzione del peso corporeo

Entrando nella nostra piscina di riabilitazione, la prima cosa che noterai sarà la riduzione del tuo peso corporeo. Questo vale per tutti, grazie al principio di Archimede: in sostanza, il tuo corpo riceverà una spinta dal basso verso l’alto, grazie alla forza dell’acqua, e questo ti renderà più leggero.

Inoltre, tanto più sarai immerso in acqua, tanto maggiore sarà lo scarico del peso.

Infatti, se entrando in acqua fino alle caviglie sei più leggero di circa il 10%, man mano che il livello dell’acqua sale, puoi arrivare fino al 90% di peso in meno quando sei immerso fino alle spalle.

Questo principio è di fondamentale importanza nel momento in cui, per esempio, hai subito un trauma agli arti inferiori, e muoverti fuori dall’acqua è difficoltoso perché non puoi appoggiare troppo peso su quella parte.

Pensa ad una distorsione di caviglia: se ci cammini sopra, appoggiando il peso, senti dolore e zoppichi. In acqua, invece, puoi camminare senza problemi, proprio perché il tuo peso è minore quando sei immerso.

Interessante, vero?

Riabilitazione-in-piscina-fisio-salute
Grazie agli attrezzi che utilizziamo per la riabilitazione in piscina, potrai riprendere forza e mobilità più in fretta.

Carico graduale

Quando sei seguito da un fisioterapista specializzato, nel momento in cui devi eseguire esercizi di idrokinesiterapia, scoprirai come sia possibile modulare l’intensità del carico di lavoro.

Infatti, si può passare da esercizi molto semplici, come la camminata in acqua, a compiti molto più complessi, utilizzando anche attrezzi specifici per la riabilitazione in piscina.

Grazie a questa possibilità, puoi seguire praticamente tutto il percorso riabilitativo per molte problematiche direttamente in acqua, iniziando con esercizi molto semplici, ed aggiungendo poi livelli di difficoltà crescenti man mano che ottieni i miglioramenti cercati.

Riduzione del dolore

Nel parlarti di idrokinesiterapia non posso non menzionare una delle caratteristiche che rendono questo trattamento fisioterapico uno dei più apprezzati dai nostri pazienti: la capacità di ridurre il dolore in maniera considerevole.

Grazie alla possibilità di ridurre il carico sulle articolazioni ed alla modulazione degli esercizi, si attivano nel nostro corpo diversi sistemi che combattono il dolore, anche il dolore cronico.

Persone che hanno mal di schiena da anni, ad esempio, spesso trovano beneficio quasi immediato dopo qualche seduta di riabilitazione in piscina.

Atleti con una distorsione al ginocchio trovano sollievo e riescono a muovere l’articolazione da subito, assieme al fisioterapista che li assiste.

Tutto questo è sicuramente molto interessante… ma nel pratico, quali condizioni si possono curare con l’idrochinesiterapia?

Continua a leggere e lo scoprirai…

Cosa cura la riabilitazione in piscina?

Andando sul concreto, ti voglio indicare 3 aree di lavoro dove gli esercizi terapeutici di riabilitazione in acqua sono eccezionali.

Infatti, considero di particolare valore l’utilizzo della fisioterapia in piscina per

  • problematiche di tipo ortopedico
  • patologie neurologiche
  • infortuni sportivi

Problemi ortopedici e riabilitazione in piscina

Le patologie muscolo-scheletriche affliggono moltissime persone. Si tratta il più delle volte di dolori cronici, legati a cattive posture (lavorative, ad esempio). Tra questi, alcuni esempi sono

  • mal di schiena
  • cervicalgie (cioè dolori alla zona cervicale)
  • dolori alle spalle
  • difficoltà nel cammino (soprattutto le persone più anziane)

Per tutti questi casi, la terapia in acqua dà grandi risultati.

Ci sono poi tutti i casi di traumi acuti, quindi

  • incidenti stradali
  • infortuni sul lavoro
  • cadute
  • interventi chirurgici (spalla, ginocchio, ecc)

ed altri ancora.

Soprattutto a seguito di interventi chirurgici all’arto superiore, l’idrokinesiterapia per la spalla permette alla persona di iniziare precocemente il percorso di riabilitazione, e di non rimanere ferma troppo a lungo.

Riabilitazione-in-piscina-fisio-salute
A seguito di un problema alla spalla, l’idrokinesiterapia sarà un grande aiuto per il tuo recupero

Patologie neurologiche

Ci sono dei casi in cui la fisioterapia va eseguita a seguito di una diagnosi di malattia neurologica.

Tra queste, ci sono forme acute, come l’ictus cerebrale, o forme degenerative e progressive, come la sclerosi multipla ed il morbo di Parkinson.

In tutti questi casi, la fisioterapia in acqua serve per raggiungere gli obiettivi della persona, tra cui

  • migliorare lo schema del passo
  • ridurre la rigidità dei muscoli
  • lavorare sul controllo del movimento

In altri casi, più gravi, l’idrokinesiterapia aiuta semplicemente a dare sollievo a queste persone, riducendo alcuni dolori e permettendo loro di trovare sollievo.

Infortuni nello sport

L’idrokinesiterapia nello sport è utilizzata in tutti i contesti di Eccellenza, in quanto permette sicuramente di recuperare al meglio a seguito di un infortunio più o meno grave.

Pensa a quanto puoi accorciare i tempi di recupero dopo un infortunio, e a quanti giorni di attività in meno dovrai saltare per una problematica fisica… Tutto questo è possibile grazie ai protocolli di recupero accelerato che possiamo applicare grazie alla fisioterapia in acqua.

Ad esempio, l’idrokinesiterapia al ginocchio a seguito di una distorsione permette all’atleta di rientrare in campo con tempi nettamente minori rispetto a chi fa trattamento solo a lettino.

In questo articolo puoi leggere le applicazioni della riabilitazione in piscina nel mondo della Pallavolo, uno degli sport con cui lavoriamo maggiormente nei nostri studi.

In questo video puoi vedere la testimonianza di Alessia, pallavolista che ha seguito una riabilitazione integrando anche l’idrokinesiterapia per il suo ginocchio

Idrokinesiterapia e scoliosi

C’è un ulteriore campo di applicazione della riabilitazione in piscina dove riusciamo a lavorare molto bene con il nostro team: quello delle patologie della schiena in età evolutiva.

Parlo in maniera specifica di

  • scoliosi
  • ipercifosi
  • dorso piatto
  • problemi posturali

Questo tipo di patologie sono già trattate in maniera ampia in numerosi articoli sui siti del nostro Gruppo Fisio Salute, e di seguito te ne indico un paio:

Per qualsiasi dubbio relativo a queste problematiche, puoi fissare una valutazione con i nostri fisioterapisti, per capire quale sia il modo migliore di agire.

Riabilitazione-in-piscina-per-bambini
Nell’età evolutiva, curare i problemi della schiena è fondamentale. Perché non farlo in piscina?

Chi può eseguire la riabilitazione in piscina?

Come ultimo punto voglio spendere qualche parola spiegandoti chi può eseguire le sedute di riabilitazione in piscina.

Si tratta sempre e comunque di trattamenti sanitari, quindi vanno eseguiti da professionisti laureati e con regolare iscrizione all’Albo dei Fisioterapisti.

Tutte le altre figure (bagnino, massaggiatore, laureato in Scienze Motorie, istruttore di fitness, ecc) non sono sanitarie, e quindi

  • non possono -per legge- trattare persone con patologie
  • non possono emettere regolare ricevuta di prestazione sanitaria esente IVA e detraibile ai fini fiscali

Ti invito sempre, quindi, ad informarti su chi ti dovrà trattare in acqua per la tua riabilitazione.

L’impegno di Fisio Salute Como è quello di garantire alla Persona che presenta patologie di essere trattato sempre da un Fisioterapista Laureato.

Conclusioni

In questo articolo ti ho mostrato quali sono le caratteristiche ed i punti di forza della riabilitazione in piscina.

Questa metodica, se praticata da professionisti sanitari specializzati, ha effetti meravigliosi su molte patologie, di tipo ortopedico, neurologico, e sportivo.

Ricorda che presso Fisio Salute Como, la prima valutazione fisioterapica è sempre gratuita, e che durante quella seduta potremo capire se la Fisioterapia in Acqua è utile per risolvere il tuo problema.

Ci vediamo in studio!

Bibliografia

  1. The Thermal Effects of Water Immersion on Health Outcomes: An Integrative Review.
    An J, Lee I, Yi Y.
    Int J Environ Res Public Health. 2019 Apr 10;16(7):1280. doi: 10.3390/ijerph16071280.
  2. Active physiotherapy interventions following total knee arthroplasty in the hospital and inpatient rehabilitation settings: a systematic review and meta-analysis.
    Henderson KG, Wallis JA, Snowdon DA.
    Physiotherapy. 2018 Mar;104(1):25-35. doi: 10.1016/j.physio.2017.01.002. Epub 2017 Feb 1.
  3. Hydrotherapy on exercise capacity, muscle strength and quality of life in patients with heart failure: A meta-analysis.
    Neto MG, Conceição CS, de Jesus FL, Oliveira Carvalho V.
    Int J Cardiol. 2015 Nov 1;198:216-9. doi: 10.1016/j.ijcard.2014.10.132. Epub 2014 Oct 23.
  4. Cost-effectiveness of hydrotherapy versus land-based therapy in patients with musculoskeletal disorders in Singapore.
    Teng M, Zhou HJ, Lin L, Lim PH, Yeo D, Goh S, Tjan SY, Lim BP.
    J Public Health (Oxf). 2019 Jun 1;41(2):391-398. doi: 10.1093/pubmed/fdy044.
  5. Efficacy of aquatic therapy for multiple sclerosis: a systematic review.
    Corvillo I, Varela E, Armijo F, Alvarez-Badillo A, Armijo O, Maraver F.
    Eur J Phys Rehabil Med. 2017 Dec;53(6):944-952. doi: 10.23736/S1973-9087.17.04570-1. Epub 2017 Feb
Immagine predefinita
Agnese Faini
Appassionata di sport a 360 gradi (runner e triatleta a livello agonistico) ha fatto della sua passione il suo lavoro, indirizzando i successivi corsi di formazione verso l’ambito sportivo. In particolar modo sulle tematiche di: Lesioni muscolari e tendinee nel paziente sportivo (dall’infortunio al ritorno in campo); allenamento riabilitativo, esercizio attivo dosato sul paziente; prevenzione e Infortuni nel runner; Clinical Pilates – la pratica del Pilates associata a comuni disturbi della colonna vertebrale

Lascia un commento

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy