Telefono Icona telefono

Fisioterapia per la frattura dell’omero: riabilitazione e approccio

La frattura dell’omero: fisioterapia e approccio terapeutico

Se hai subito la frattura dell’omero, sai già che avrai bisogno di fisioterapia per rimetterti in sesto.

In questo articolo ti illustrerò cosa avviene quando l’omero si frattura e quali sono le strategie terapeutiche per recuperare prima la funzionalità della spalla.

Dopo una frattura dell’omero, la fisioterapia è lo strumento che ti permetterà di riacquisire più velocemente il movimento e la forza del braccio.

Presso Fisio Salute troverai personale formato che attraverso un nuovo metodo brevettato ti consentirà un più rapido recupero: sto parlando di FISIOXPERIENCE.

Nei paragrafi che seguono ti spiegherò meglio di cosa si tratta la frattura dell’omero e come prenderti cura della tua spalla.

La frattura dell’omero, come avviene, chi colpisce, tipo di frattura

Le fratture dell’omero rappresentano circa il 5% di tutte le fratture e la loro incidenza aumenta con l’invecchiare della popolazione.

I più colpiti sono infatti gli anziani a causa delle cadute accidentali sulla spalla.

cartello-stradale-anziani-frattura-omero
Nei soggetti anziani spesso la frattura dell’omero è collegata a cadute accidentali come ad esempio accade d’inverno, scivolando su una lastra di ghiaccio

Come si frattura la spalla?

I meccanismi di frattura più tipici sono:

  • Caduta accidentale o trauma, spesso con il gomito esteso e la mano che atterra aperta al suolo
  • Base di osteoporosi, tipica dei soggetti più anziani
  • Tumori ossei
  • Traumi sportivi
giocatori-rugby-mischia-frattura-omero
Negli sport ad alto impatto e contatto fisico, i traumi alla spalla sono frequenti.

Quali sono i tipi di frattura?

L’omero è un osso lungo del braccio e si può fratturare principalmente in 3 delle sua parti:

  • Nella parte prossimale più vicina alla spalla, queste si chiamano fratture della testa dell’omero e te ne parlerò meglio in seguito.
  • Nella parte centrale, sono le fratture della diafisi dell’omero, avvengono soprattutto in seguito ad un trauma
  • La parte distale è quella più vicina al gomito. Queste si chiamano fratture del condilo omerale e sono tipiche dell’età infantile, anch’esse su base traumatica.
bambino-a-terra-frattura-omero
Le fratture del condilo omerale laterale sono al secondo posto tra le fratture pediatriche dell’arto superiore. 

Le fratture più comuni fra queste tipologie sono le fratture della testa dell’omero o fratture del trochite omerale. 

Queste fratture sono tipiche della popolazione più anziana a causa della fragilità ossea fisiologica di quell’età

Il trattamento delle frattura dell’omero

Esistono una miriade di approcci scientifici per frattura dell’omero, i principali sono quello chirurgico o quello conservativo.

La scelta di trattamento dipende da:

  • Tipo di frattura, se la frattura è scomposta avrai quasi sicuramente bisogno dell’intervento chirurgico
  • Esperienza del chirurgo
  • Età del paziente
  • Stato di salute del paziente

Per entrambi i percorsi, la persona dovrà osservare un periodo di immobilizzazione della spalla in un tutore

Il tempo di utilizzo dello stesso può variare a seconda del tipo di frattura e della scelta del medico specialista.

La fisioterapia per la frattura dell’omero

La fisioterapia per le fratture di omero è importante sia che sia stato seguito il percorso chirurgico, sia nell’opzione conservativa

In entrambi i casi, infatti, essere seguiti da un terapista è l’unico modo per rispettare i tempi di mobilizzazione della spalla e del braccio.

Per esempio, dopo avere tenuto il tutore spalla-braccio per 6 settimane, farai fatica a fare da solo anche i movimenti più semplici come pettinarti. 

Il fisioterapista attraverso delle tecniche manuali di mobilizzazione attivo-assistita ti guiderà nel recupero dei movimenti, dai più semplici ai più complessi

Vediamo insieme qual è il miglior trattamento fisioterapico dopo frattura di spalla.

Approccio fisioterapico

La fisioterapia per la frattura dell’omero va iniziata il prima possibile. 

A seconda del tipo di frattura e di intervento, il chirurgo o il medico ortopedico specialista darà indicazione sul momento giusto per iniziare la fisioterapia

Fai attenzione: non è detto che tu debba aspettare la rimozione del tutore per iniziare il trattamento, anzi, il più delle volte il trattamento fisioterapico deve iniziare anche se hai il braccio ancora immobilizzato.

Diverso è se al posto del tutore hai il braccio ingessato. 

Per iniziare a muoverlo allora dovrai aspettare la rimozione del gesso.

Durante la prima visita, che presso il nostro Centro di Riabilitazione è sempre gratuita, il fisioterapista raccoglierà tutte le informazioni per stabilire quale sarà il tuo programma riabilitativo.

Gli obiettivi della riabilitazione saranno:

  • Riduzione del dolore
  • Aumento del movimento del braccio fin dalle prime sedute
  • Recupero della forza muscolare del complesso della spalla
  • Ritorno completo alle attività della vita quotidiana e alle attività sportive
ragazza-con-i-pesi-riabilitazione-frattura-omero
L’obiettivo degli esercizi è quello di ripristinare la completa mobilità della spalla, per tornare il prima possibile alle attività della vita di tutti i giorni

L’approccio integrato di tecniche manuali e fisioterapia attiva (idrokinesiterapia o palestra riabilitativa) sarà la combinazione vincente per risolvere prima e più velocemente il tuo problema alla spalla.

Presso Fisio Salute avrai la possibilità di usufruire di tutte queste tecniche attraverso il metodo brevettato Fisioxperience, un percorso di fisioterapia studiato da personale qualificato a tua disposizione, per il tuo recupero dopo una frattura dell’omero.

L’ idrokinesiterapia rappresenta un ottimo supporto nella riabilitazione della spalla. La quasi totale assenza di gravità dell’acqua ti consentirà di compiere movimenti che fuori dall’acqua risulterebbero ancora troppo faticosi o dolorosi.

Tempi di recupero dopo frattura dell’omero

I tempi di recupero dopo frattura dell’omero sono variabili

Il consolidamento dell’osso può richiedere diversi mesi a seconda del tipo di frattura e di intervento.

Nel recupero gioca un ruolo fondamentale il tempo trascorso immobilizzato con gesso o tutore. 

L’immobilizzazione infatti crea dei danni cosiddetti, collaterali ma inevitabili, perché tenere il tutore dopo una frattura dell’omero, costringe la spalla in una posizione fissa per un gran periodo di tempo creando così rigidità articolare e muscolare di tutto il complesso.

La prognosi migliora se il soggetto è giovane.

Consigli generali

Quando avviene una frattura, sia localmente dove è avvenuto il trauma (in questo caso nel braccio) sia in tutto l’organismo, si alza il livello di infiammazione

Se poi dopo il trauma dovrai subire un intervento chirurgico questo livello di infiammazione tenderà ad aumentare. 

Un consiglio importante per affrontare al meglio questa situazione da tutti i punti di vista è quello di pensare a un consulto nutrizionale.

Attraverso uno stile alimentare ben costruito, infatti, andrai a ridurre il numero di antidolorifici di cui avrai bisogno perché andrai ad assumere con il cibo delle sostanze che ti permetteranno di abbassare il livello di infiammazione generale.

L’abuso di antidolorifici infatti, crea una sorta di circolo vizioso

È come se rendessi il tuo organismo dipendente dall’assunzione di farmaci per contrastare il dolore invece di attuare delle strategie di controllo del dolore fisiologiche.

Ricorda che la condizione di frattura, e quindi di trauma, è una condizione passeggera e presto tornerai a stare bene!

frutta-e-verdura-fisioterapia-omero
una corretta nutrizione consente di controllare l’infiammazione dell’organismo di basso grado

Conclusioni

Il trattamento delle fratture dell’omero può essere insidioso e la scelta di trattamento non è così ovvia.

L’esperienza del medico specialista e gli studi presenti in letteratura scientifica porteranno alla migliore scelta terapeutica in caso di frattura alla spalla.

La fisioterapia dopo una frattura dell’omero, basata su un approccio integrato di più tecniche, è sicuramente necessaria sia in caso di intervento chirurgico che conservativo.

Un adeguato supporto nutrizionale potrebbe migliorare lo stato di infiammazione dell’organismo che si crea in seguito a una frattura.

Bibliografia

  1. Management of Acute Proximal Humeral Fractures.

Kancherla VK, Singh A, Anakwenze OA.

J Am Acad Orthop Surg. 2017 Jan;25(1):42-52. doi: 10.5435/JAAOS-D-15-00240.

PMID: 28002214 Review

  1. Interventions for treating proximal humeral fractures in adults

.Handoll HH, Brorson S.

Cochrane Database Syst Rev. 2015 Nov 11;(11):CD000434. doi: 10.1002/14651858.CD000434.pub4.

PMID: 26560014 Review.

  1. Articular fractures of the distal humerus.

Bégué T.

Orthop Traumatol Surg Res. 2014 Feb;100(1 Suppl):S55-63. doi: 10.1016/j.otsr.2013.11.002. Epub 2014 Jan 23.

PMID: 24461911

  1. Management of Isolated Greater Tuberosity Fractures: A Systematic Review.

Levy DM, Erickson BJ, Harris JD, Bach BR Jr, Verma NN Jr, Romeo AA.

Am J Orthop (Belle Mead NJ). 2017 Nov/Dec;46(6):E445-E453.

PMID: 29309462 Review

  1. Functional bracing of humeral shaft fractures. A review of clinical studies.

Papasoulis E, Drosos GI, Ververidis AN, Verettas DA.

Injury. 2010 Jul;41(7):e21-27. doi: 10.1016/j.injury.2009.05.004. Epub 2009 Jun 11.

PMID: 19523625 Review

  1. Current concepts review – fractures of the shaft of the humerus.

Gradu G, Jupiter JB.

Acta Chir Orthop Traumatol Cech. 2013;80(5):321-7.

PMID: 25105672 Review.

Immagine predefinita
Daniele Matarozzo
Co-Titolare di Fisio Salute srl STP e di Volley Clinic. Fisioterapista laureato nel 2007, mi sono specializzato in Terapia Manuale, Gestione del Dolore e Riabilitazione dello Sportivo nelle più prestigiose scuole Nazionali (GSTM; PhisioVit) ed Internazionali (Keele University - Inghilterra; Manual Concepts - Australia). Mi sono occupato per anni di traduzioni scritte ed orali per svariati corsi di formazione e libri dall’inglese all’italiano. Attualmente insegno alla scuola di Massaggiatori MCB Starting Work di Como e sono tutor di tirocinio sia per studenti di questa scuola, che per numerosi futuri fisioterapisti (Università di Chiasso, Università di Pisa).
Articoli: 14

Lascia un commento

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Sede di Como
Sede di Chiasso NEW